Spoofing

Behaviour enacted by a spoofer.

A Spoofer is a person who falsifies data and protocols with the purpose of appearing to be another person and\or access reserved areas.

The most known and used spoofing tactics are [1]:

  • IP Spoofing (falsification of IP packets in order to falsify the presence) [2]
  • DSN Spoofing
  • ARP Spoofing
  • Web Spoofing
  • SMS Spoofing
  • Mail Spoofing

Summary of Socio-Legal aspects
Criminal behaviour: art. 494 c.p. (false identity), art. 615 ter c.p. (unlawful access to a digital system), art. 615 quater c.p. (unlawful possession and diffusion of access credentials), 640 ter c.p. (computer fraud).

It is necessary to specify that rarely children perpetrate this behaviour.

See also: IMPERSONATION, CATFISH, TABNABBING

Additional Information

Additional Information

This conduct might cause a breach of Italian Statutory Law, specifically:

Art. 494 c.p. False Identity: “Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno, induce taluno in errore, sostituendo illegittimamente la propria all’altrui persona (2) , o attribuendo a sé o ad altri un falso nome, o un falso stato, ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici, è punito, se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede pubblica, con la reclusione fino a un anno”.

Art. 615 ter c.p. Unlawful Access to a digital system: Chiunque abusivamente si introduce in un sistema informatico o telematico protetto da misure di sicurezza ovvero vi si mantiene contro la volontà espressa o tacita di chi ha il diritto di escluderlo è punito con la reclusione fino a tre anni  ..”.

Art. 615 quater c.p. Unlawful possession and diffusion of access credentials: “Chiunque al fine di procurare a sé o ad altri un profitto o di arrecare ad altri un danno, abusivamente si procura, riproduce, diffonde, comunica o consegna codici, parole chiave o altri mezzi idonei all’accesso a un sistema informatico o telematico, protetto da misure di sicurezza, o comunque fornisce indicazioni o istruzioni idonee al predetto scopo, è punito con la reclusione sino ad un anno and con la multa sino a € 5.164 ..”.

Art. 640 ter c.p. Computer Fraud: “Chiunque, alterando in qualsiasi modo il funzionamento di un sistema informatico o telematico o intervenendo senza diritto con qualsiasi modalità su dati, informazioni o programmi contenuti in un sistema informatico o telematico o ad esso pertinenti, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni and con la multa da € 51.00 a € 1.032. …”.

[1] www.html.it

[2] www.garzantinelinguistica.it