Whaling

Digital attack based on personalized emails, in order to appear more credible and trustworthy, with the aim of tricking people with a high professional profile (e. g. managers).

Summary of Socio-Legal aspects
Criminal behaviour: art. 494 c.p. (false identity), art. 615 ter c.p. (unlawful access to a digital system), art. 617 sexies c.p. (breach of the Privacy of Digital Correspondence), art. 640 c.p. (fraud), art. 640 ter c.p. (computer fraud).

It is necessary to specify that rarely children perpetrate this behaviour.

See also: PHISHING, SPEARPHISHING, SPIM, TABNABBING

Additional Information

Additional Information

The aforementioned conduct might cause a breach of Italian Statutory Law. Specifically, the requirements of the following criminal cases might be satisfied:

Art. 494 c.p. False Identity: “Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno, induce taluno in errore, sostituendo illegittimamente la propria all’altrui persona (2) , o attribuendo a sé o ad altri un falso nome, o un falso stato, ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici, è punito, se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede pubblica, con la reclusione fino a un anno”.

Art. 615 ter c.p. Unlawful Access to a digital system: Chiunque abusivamente si introduce in un sistema informatico o telematico protetto da misure di sicurezza ovvero vi si mantiene contro la volontà espressa o tacita di chi ha il diritto di escluderlo è punito con la reclusione fino a tre anni  ..”.

Art. 617 sexies c.p  Breach of the Privacy of Digital Correspondence: “Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di arrecare ad altri un danno, forma falsamente ovvero altera o sopprime, in tutto o in parte, il contenuto, anche occasionalmente intercettato, di taluna delle comunicazioni relative ad un sistema informatico o telematico o intercorrenti tra più sistemi, è punito, qualora ne faccia uso o lasci che altri ne facciano uso, con la reclusione da uno a quattro anni …”.

Art. 640 c.p. Fraud:Chiunque, con artifizi o raggiri, inducendo taluno in errore, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni and con la multa da € 51 a € 1.032 …”.

Art. 640 ter c.p. paragraph I, Computer Fraud: “Chiunque alterando in qualsiasi modo il funzionamento di un sistema informatico o telematico o intervenendo senza diritto con qualsiasi modalità su dati, informazioni o programmi contenuti in un sistema informatico o telematico o ad esso pertinenti, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni and con la multa da € 51 a € 1.032. …”.